test(er)

Negozio di prodotti per l’igiene vicino a casa, entro con Benedetta a prendere due cose.

Alla cassa, davanti a me, una coppia.

La commessa dice:

-Scusate, non potete aprire i prodotti per provarli. C’è il tester. Se non c’è il tester, potete chiedere a me.

Il lui della coppia:

– Tu sei alla cassa. Fai il tuo lavoro alla cassa.

-Il mio lavoro è alla cassa e coi clienti. Noi puoi aprire i prodotti, non sei a casa.

-Sei cattiva. C(…)o.

Ed escono.

Una storia di ordinaria, quotidiana maleducazione. Di quei piccoli gesti di ordinaria, quotidiana maleducazione che abitano le nostre giornate, ne convenite?

Ora, però, considerate. La commessa è bianca, la coppia è di colore (non ve l’avevo detto, eh?). Sinceramente (tanto è tra voi e voi): adesso, l’episodio, lo interpretate diversamente? Sì? No?  E come? E perchè?

Direi che è un bel test(er).

Annunci